Venerdi 9 Dicembre

Vela: tre italiani in Gold Fleet ai Mondiali Laser Standard in Messico

JLDigitalMedia.net/ILCA

Giornata molto positiva per gli azzurri impegnati in Messico nel Mondiale del singolo olimpico maschile Laser Standard

Azzurri sempre protagonisti a Nuevo Vallarta (Nayarit), in Messico, dove si è conclusa la quarta giornata di regate del Campionato del Mondo del singolo olimpico maschile Laser Standard, l’ultima dedicata alle regate di qualificazione. Grazie ai risultati ottenuti nelle due prove disputate ieri in condizioni di vento medio – tra i 9 e i 12 nodi l’intensità, 215-230° la direzione – sono infatti tre gli italiani che hanno chiuso questa prima fase del campionato tra i primi 20 della classifica e che da oggi regateranno in Gold Fleet: Marco Gallo, ottavo, Francesco Marrai, 13mo, e Giovanni Coccoluto, 19mo. A questi si aggiunge Alessio Spadoni, più attardato rispetto agli altri (51mo), ma comunque dentro i primi 56 della graduatoria che entrano in Gold.

Ottima la giornata ieri per la vela italiana: Francesco Marrai, reduce dalla squalifica per partenza anticipata del giorno precedente, ha reagito subito vincendo la prima prova del giorno e chiudendo al settimo posto la successiva, una prova d’orgoglio che gli ha fatto guadagnare un posto in classifica e che lo posiziona a 20 punti dal podio, ma anche Gallo e Coccoluto non sono stati da meno. Il primo, dopo aver terminato all’undicesimo posto la prima prova, ha chiuso la giornata con un ottimo secondo, mentre Coccoluto, bronzo all’Europeo Laser Standard alle Canarie, ha piazzato un 7-4 nelle due prove del giorno, guadagnando ben otto posizioni rispetto a sabato e rientrando quindi tra i primi 20 della classifica. Graduatoria che ha sempre nell’inglese Campione del Mondo in carica Nick Thompson il leader (ieri 2-4), seguito a cinque punti dal francese Jean Baptiste Bernaz e a 17 dal fuoriclasse brasiliano Robert Scheidt.

Il Mondiale Laser Standard prosegue oggi (e fino a mercoledì) con la flotta divisa in Gold e Silver e un programma che prevede sempre la disputa di due prove al giorno.