Giovedi 8 Dicembre

Un gioiello nato sui campi da tennis: il “tennis bracelet” di Chris Evert

LAPRESSE/ZUMAPRESS

La storia del tennis bracelet: nato da un’idea dell’ex tennista Chris Evert

Prima o poi la vostra compagna vi chiederà di farle un regalo speciale. Uno di quei regali che fanno la differenza. Un regalo che è “per una vita” moltiplicato enne volte. Il regalo in questione si chiama “tennis bracelet”, ed è una specie di braccialetto, all’apparenza molto semplice, che nasconde dentro di sé un’anima fatta di piccoli diamanti. Si tratta di una spesa non indifferente, che le donne portano al polso con disinvoltura. Beate loro! A noi maschietti il compito d regalarlo.

Chris-Evert-Tennis-BraceletParliamo del tennis bracelet in tempi di Internazionali d’Italia perché dovete sapere che il bracelet si chiama tennis bracelet proprio grazie a una tennista, una campionessa, una donna estremamente elegante ed estremamente raffinata: Chris Evert. Prima che Chris giocasse a tennis, il nome del bracelet non esisteva. La sua storia, dunque, è recente, rispetto alla storia dei diamanti di cui il bracciale è ornato. Il tennis bracelet venne battezzato con questo nome nel 1987, quando Chris Evert fece interrompere una partita degli Open degli Stati Uniti perché aveva perso uno dei suoi bracciali di diamanti. Durante la seguente conferenza stampa, spiegò a tutti che quell’interruzione del gioco era stata indispensabile in quanto lei non si separava mai dal suo tennis bracelet, dando così il nome ad uno dei “must” della moda d’oggi. Adesso, quando la vostra “lei” vi chiederà di regalarle un “bracelet”, sapete esattamente che cosa state regalando. E da dove arriva. Da un campo da tennis!