Giovedi 8 Dicembre

Tulipani al potere: Max Verstappen e Steven Kruijswijk

LaPresse/Photo4

Max Verstappen e Steven Kruijswijk: i campioni che fanno impazzire i tifosi olandesi

Il primo ha 18 anni, e sta facendo letteralmente impazzire i tifosi olandesi. Che in lui si sono identificati, da subito. I messaggi per la sua vittoria inaspettata sul circuito del Montmelo sono arrivati da qualsiasi parte. Prima l’Ajax e il PSV Eindhoven, le due maggiori squadre di calcio olandesi, si sono complimentate con il giovane Verstappen. A seguire, anche il primo ministro in persona, Mark Rutte, lo ha chiamato per congratularsi con lui.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Lui, Max Verstappen, il ragazzo che oggi siede su di un motoscafo a MonteCarlo, dopo essere stato il più giovane vincitore della storia della Formula 1. Giornali come il De Telegraaf e De Volksgrant gli hanno dedicato intere pagine. E adesso Max è una vera star. Anche se, almeno così lui dice, questa notorietà non comporta una speciale pressione sulle sue spalle da pilota prima del Gran Premio di Monaco. E noi gli crediamo, visto quello che ha fatto sin qui: firmare il nuovo contratto, sedersi sulla nuova vettura, correre un intero GP con una nuova scuderia, vincere la gara. Anche il figlio di Johann Cruijff, Jordi, si è complimentato con lui. Dalla Formula 1 al pallone, dunque.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

E dal pallone al ciclismo si arriva all’altro tulipano, il secondo, quello che sta dominando il Giro d’Italia in maglia rosa. Steven Kruijswijk, di anni ne ha 28, voleva fare il calciatore, poi diventò ciclista, a 16 anni, e da allora di strada ne ha fatta. Oggi è in Italia, con moglie e figlio accanto, e sta controllando con sicurezza i suoi avversari su qualunque terreno, onorando e conservando quella tanto ambita maglia di colore rosa che segnala al pubblico il numero UNO in classifica di questo Giro. Oggi, Steven, è atteso a Pinerolo. Tappa non facile, ma il tulipano è in una forma smagliante, e ha la gamba sempre pronta. A tutto.