Martedi 6 Dicembre

Termini Imerese, l’ex stabilimento Fiat riparte dall’auto ibrida

La fabbrica siciliana di Termini Imerese ha fatto rientrare i primi 20 lavoratori per un nuovo progetto dedicato alla produzione di componenti per auto ibride

L’ex fabbrica Fiat  di Termini Imerese  è finalmente pronto per una rinascita: il 2 maggio sono rientrati i primi 20 operai nello stabilimento automobilistico siciliano dopo la chiusura dell’impianto avvenuta nell’ormai lontano 24 novembre 2011.termini imerese fiat

La nuova avventura di Termini Imerese nasce dall’ambizioso progetto di Blutec, una nuova compagnia che fa parte dell’orbita del Gruppo Stola, storica factory di carrozzieri piemontesi ceduto nel 2004 al gruppo RGZ di Roberto Ginatta.

Blutec ha ricevuto il via libera da Invitalia che ha seguito tutte le gare del Ministero, per una operazione pari a 95 milioni di euro di valore. Nell’impianto verranno prodotti componenti per auto ibride, dopo i primi 20 lavoratori del 2 maggio, ne arriveranno altri 20 alla fine del mese e quaranta a giugno.  Purtroppo si tratta di un numero decisamente più esiguo rispetto alle 700 persone di Termini Imerese ormai in cassa integrazione da 5 anni, ma ovviamente si tratta di un ottimo inizio che lascia ben sperare.