Domenica 4 Dicembre

Tennis, Tomic attratto dal Dio denaro: “amo giocare, ma se avessi 100 milioni…”

LaPresse / Andrew Milligan/ PA Wire

Nuova dichiarazione polemica per Bernard Tomic, diviso fra l’amore per il tennis e quello per i soldi

LaPresse/ Xinhua / Fan Jun)

LaPresse/ Xinhua / Fan Jun)

Ogni volta che Bernard Tomic apre bocca la polemica è assicurata. Il tennista australiano è tornato a commentare la dichiarazione post match contro Fognini nella quale giustificò il suo svogliato atteggiamento in campo dicendo: “ho 23 anni e 10 milioni di dollari, a te importerebbe del match point?“. Tomic corregge inaspettatamente il tiro, almeno all’inizio: “mi piacerebbe dire di avere 10 milioni statunitensi ma forse ho 10 milioni australiani. Non avrei dovuto dire ciò, ma appartiene al passato. Colpa mia. Questa frase è uscita fuori da una chiacchierata con i miei amici”.

Tomic BernieNiente di strano, anzi forse si, l’australiano sembra quasi voler tornare sui suoi passi, certo se non fosse per la frase successiva: “forse se ne avessi 100 sarebbe diverso…“. Il numero 22 al mondo conlcude infine con un pensiero sul tennis: “si, mi importa del tennis. È come un lavoro. A volte faccio di testa mia. Sicuramente devo essere forte e devo giocare. Sono al miglior torneo al mondo. Devo mettere queste cose da parte e cercare di vincere quanti più match possibili”. Ci ha provato Tomic a correggere il tiro, ma Bernard, non cambi mai!