Giovedi 8 Dicembre

Tennis, Nadal si confessa: “il 10° Roland Garros non è un’ossessione”, e su Djokovic…

LaPresse/Alfredo Falcone

Rafael Nadal prima di partire per Parigi, si esprime sul suo stato di forma e sui possibili favoriti del prossimo Roland Garros

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

È un Rafael Nadal apparso sereno e carico dopo l’ultimo allenamento a Maiorca in vista del Roland Garros. Il tennista spagnolo, intervistato dall’emittente catalana IB3 si è espresso così sulle sue sensazioni in merito allo Slam parigino: “al contrario dell’anno scorso, ho giocato bene nei tornei su terra prima del Roland Garros e l’unica cosa che rimane da fare ora è avere dei buoni allenamenti al Roland Garros. Mi sento pronto come mi sono sentito nei tornei giocati prima, ma non sai mai cosa può succedere e ogni match può essere pericoloso. Bisogna solo cercare di prestare attenzione e di essere pronto quando arriva il primo match.”

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Rafa vuole giocare al massio ma dichiara che vincere il decimo Roland Garros non è un’ossessione: “la cosa più importante è giocare bene. Se gioco bene, avrò chance di giocare bene contro tutti, e vedremo cosa accadrà. Parigi è un torneo speciale per me, ma il decimo titolo non è un’ossessione.”

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Per Nadal conta più la preparazione che un tabellone favorevole. Lo spagnolo non mostra timore nemmeno di un possibile confronto con Djokovic, nonostante lo reputi il favorito per la vittoria del torneo: “ovviamente alcuni tabelloni sono migliori di altri, ma alla fine si tratta di prepararsi per essere competitivo al di là di quale tabellone hai. Djokovic, è il numero uno, è incredibile da due anni ed è arrivato vicino a vincere il Roland Garros diverse volte. Murray ha fatto tre ottimi tornei ed è uno dei candidati alla vittoria. Comunque chi farà un buon torneo e chi raggiungerà le fasi finali avrà delle possibilità… e io spero di essere uno tra loro“.