Sabato 10 Dicembre

Tavecchio, la ‘cantera’ Italia, il tecnico federale: diteci che è tutto uno scherzo

Foto LaPresse - Jennifer Lorenzini

Carlo Tavecchio presente il progetto ‘cantera’ Italia, ma alle parole del Presidente della FIGC non seguono assolutamente i fatti

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Perché rimandare a domani quello che si potrebbe benissimo fare oggi? A sentire le parole del Presidente della FIGC Carlo Tavecchio, il primo pensiero passato per le nostre menti è stato proprio questo. “L’idea è quella di creare dei tecnici federali seguiti direttamente da un direttore tecnico che si occuperà di crescerli sul campo”, le parole rilasciate dal Presidente Tavecchio a Cesena nel corso dell’evento ‘Kick Off’. Pensiero assolutamente condivisibile, l’idea di un futuro azzurro fatto in casa che eviterà scontri e malumori con i club (sempre restii a liberare gli allenatori) oltre a fornire una linea di continuità che potrebbe portare ottimi risultati.

LaPresse

LaPresse

Ma allora, perché scegliere Ventura? Perché non iniziare da subito il nuovo e per certi versi lungimirante progetto di ‘cantera italiana’ ma rimandarlo tra due o quattro anni, cioè alla fine dell’era Ventura? Quale occasione migliore di dare il via alla nuova era subito dopo la fine del campionato Europeo? Anche perché il direttore tecnico, nonostante le smentite, è già stato scelto: Marcello Lippi. E allora perché rimandare tutto? Il Presidente Tavecchio difficilmente risponderà a questi quesiti, ma fateci quantomeno illudere che si tratti tutto di un grande scherzo. Anche se sappiamo benissimo che purtroppo non è così.