Lunedi 5 Dicembre

Targhe straniere: maxi operazione della Guardia di Finanza

49 persone proprietari di vetture di lusso con targhe straniere sono finite nel mirino della Guardia di Finanza

Per non pagare IVA,  bollo e assicurazione in Italia, molti possessori di vetture di grossa cilindrata effettuano una particolare stratagemma che consiste  nel compare la vettura e immatricolarla all’estero per  non versare le relative imposte, anche se poi il veicolo viene utilizzato esclusivamente nel nostro Paese.Range Rover Evoque Ember Special Edition (2)

49 di questi “furbetti” sono stati recentemente sono finiti sotto una maxi inchiesta della Guardia di Finanza di Malpensa che ha sequestrato ben 48 vetture di lusso. L’operazione ha portato alla denuncia di 19 persone con l’accusa di contrabbando, mentre altre 29 persone sono state segnalate all’agenzia delle Dogane e verranno sanzionate per il medesimo reato.

I controlli sono stati indirizzati verso  vetture  costose e di grossa cilindrata immatricolate in Paesi che non rientrano nell’Unione Europea, ma che venivano guidate da cittadini italiani. La legge impone a chi guida queste vetture in Italia di disporre un’apposita autorizzazione rilasciata dall’Agenzia delle dogane, altrimenti si rischia l’accusa di contrabbando.