Sabato 10 Dicembre

Ronaldo, il futuro è Real: “il Psg si scordi di me, giocherò a Madrid fino a 41 anni”

LaPresse/REUTERS

In vista della finale di Champions League, Cristiano Ronaldo parla del suo futuro che sarà certamente a tinte ‘merengue’

Penso di rimanere a Madrid. Rinnovare dopo la finale di Champions? Lo dovete chiedere a Florentino Perez ma sarebbe un gesto intelligente da parte del Real, nei panni del presidente non mi proporreste il rinnovo?“.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Cristiano Ronaldo, tornato oggi ad allenarsi regolarmente dopo lo spavento di ieri per colpa dello scontro con Kiko Casilla, tranquillizza i tifosi dei blancos in vista della finale di Champions di sabato contro l’Atletico ma non solo: nel suo futuro vede solo Madrid. “E’ chiaro che voglio rimanere al Real. A volte sono stato ambiguo? Ci sono momenti buoni e momenti cattivi, è la vita. Quattro anni fa non ero felice perchè erano successe cose che non mi sono piaciute, ora sono contento e voglio rimanere qui perchè non vedo in giro un club migliore del Real. Se mettiamo tutto sulla bilancia, non c’è niente di meglio. Il Paris Saint Germain e tutti gli altri possono scordarsi del sottoscritto“.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Ronaldo, che si vede ancora a lungo in campo (“almeno altri 15 anni… smetterò attorno ai 41“), sembra avere l’intesa giusta con Zidane, “uno sveglio, che non parla molto. Chi parla troppo non presta molta attenzione. E’ una persona timida ma molto positiva e io mi identifico con questo genere di persone. E’ molto professionale, desidero che vinca la sua prima Champions da allenatore e che resti i prossimi anni”. E a proposito della finale di San Siro, “non vincerla sarebbe un fallimento. Come sto? Cristiano c’è sempre nelle partite che contano, sarò al 100%. Starò meglio sabato che due anni fa a Lisbona“. (ITALPRESS).