Venerdi 9 Dicembre

Rio2016, Nadal bacchetta i giovani: “è un peccato che Thiem e Tomic snobbino le Olimpiadi”

LaPresse/Xinhua

Rafael Nadal è tornato a parlare dell’importanza delle Olimpiadi per un atleta, sottolineando come sia sbagliato che i giovani snobbino i Giochi Olimpici

Rio2016-LogoManca sempre di meno all’inizio delle Olimpiadi di Rio2016 e il mondo del tennis inizia a tirare le somme in merito alle superstars che difenderanno i colori delle proprie nazioni in Brasile. Nomi importanti come Tomic, Thiem e Feliciano Lopez hanno annunciato già da tempo il loro forfait in vista dei Giochi Olimpici, preferendo partecipare ad altri tornei, per aggiudicarsi montepremi più alti o punti per il ranking. La questione “calendario” unita a quella dell’ “importanza” delle Olimpiadi generano un problema sul quale si discute da tempo. Anche fra i tennisti i pensieri sono contrastanti.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

C’è chi come David Ferrer pensa che: il tennis non ha la tradizione di far parte delle Olimpiadi, sport di più recente inserimento come il tennis o il golf non possono avere lo stesso valore di altri classici. Ci sono altre discipline più importanti nei Giochi. Si tratta di un evento che è dominato da competizioni come atletica o la ginnastica”.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Nadal invece è di parere opposto. Per il portabandiera spagnolo, le Olimpiadi sono un evento straordinario e dall’alto della sua esperienza, Rafa bacchetta la decisione dei più giovani di “snobbare” i Giochi: le Olimpiadi sono un evento molto speciale. Ognuno è libero di decidere, facendo ciò che ritiene meglio per se stesso. Nel caso di Feliciano (Lopez), che ha partecipato già ad altre edizioni, ne può valere la pena. Nel caso di Thiem o Tomic penso che sia un grosso errore“.