Sabato 3 Dicembre

Re Zlatan è diventato leggenda: tutto Ibrahimovic in dieci frasi

LaPresse/Reuters

Dalle liti con Guardiola all’autoproclamazione divina, passando per la Torre Eiffel e un addio da leggenda: le dieci frasi più famose di Zlatan Ibrahimovic

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Re Zlatan è diventato leggenda. O almeno così afferma lui. E chi potrebbe mai contraddirlo? Fuoriclasse assoluto in campo, campione… di mancata umiltà fuori: Zlatan Ibrahimovic è famoso oltre che per i suoi gol anche per le ‘spacconate’ pubbliche che lo hanno reso famoso in tutto il mondo. Dall’autoproclamazione divina alle liti con Guardiola, il meglio di Zlatan Ibrahimovic in dieci frasi diventate (davvero) leggenda:.

  • Wenger mi propose un provino, avevo 17 anni. Ci pensai, poi dissi di no: Zlatan non fa provini”.
  • Solo Dio sa che vincerà gli spareggi per la Coppa del Mondo”, “Però è un po’ difficile chiedere a lui”, “Perché? Lo hai davanti a te, adesso”. Il colloquio tra Ibrahimovic ed un cronista in conferenza stampa.
  • Se prendi me, compri una Ferrari. Se guidi una Ferrari, devi metterci la benzina migliore, poi prendi l’autostrada e affondi il gas. Guardiola invece in questa macchina ha messo del diesel e l’ha usata per un giretto in campagna. Avrebbe dovuto comprare una Fiat”. Ibrahimovic su Guardiola.
  • “Una Coppa del mondo senza di me è una coppa in cui non c’è niente da guardare quindi non vale la pena aspettare per vederla”. Ibrahimovic prima del Mondiale 2010
  • “Vieni a casa mia e ti faccio vedere quanto sono gay. E porta anche tua sorella”. La risposta di Ibrahimovic ad una giornalista che aveva definito troppo intimo un suo atteggiamento con Piqué.
  • “Non sono violento, ma se fossi in Guardiola avrei paura”. Ibrahimovic su Guardiola.
  •  “Io sono Zlatan, e voi chi diavolo siete?”, la risposta di un giovanissimo Ibrahimovic al giornalista che chiedeva come si presenterà ai nuovi compagni dell’Ajax.
  • Puoi togliere il ragazzo dal ghetto, ma non il ghetto dal ragazzo”, Ibrahimovic nella sua biografia.
  • L’affetto dei tifosi è importante ma non credo che possano rimpiazzare la Tour Eiffel con una mia statua. Facciamo così: se lo fanno, prometto che resterò qui”. Ibrahimovic ai tifosi del PSG
  • Domani è la mia ultima gara al Parco dei Principi. Sono arrivato come un Re, me ne vado come una leggenda”. Ibrahimovic annuncia il suo addio al PSG.