Venerdi 9 Dicembre

Premier al Leicester? Più probabile che Elvis sia vivo: parola (e quote) dei… bookmakers!

LaPresse/PA

Il Leicester vince la Premier League e le agenzie di scommesse che lo quotavano 5000 a 1 subiscono perdite milionarie

LaPresse/PA

LaPresse/PA

La favola Leicester ha reso contenti tutti: tifosi, appassionati, simpatizzanti di ogni parte del globo, persone che si rivedono nell’ideale di una piccola realtà che con tanti sacrifici arriva al pù grande dei successi. Tottenham a parte, forse c’è qualcuno scontento di questa vittoria: i bookmakers. Come riporta Sky Sport, le agenzie di scommesse infatti davano la vittoria finale delle Foxes a quote stratosferiche alcune addirittura 5000 a 1. Ieri notte, quando grazie al pareggio di Hazard il Chelsea ha fermato il Tottenham consegnando la Premier League ai ragazzi di Ranieri, molti dirigenti delle aziende di scommesse avranno avuto un mancamento: si calcola che le perdite possano ammontare a circa 10 milioni di sterline, più o meno 12,7 milioni di €.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

La curiosità è che la vittoria finale del Leicester era considerata, magari anche giustamente, un’utopia. Per i bookmakers erano più probabili le eventualità di ritrovare Elvis Presley vivo e in buona salute à data 2.000 a 1; a quota 500 la  nomina di Silvio Berlusconi o Claudio Lotito alla guida della  Nazionale; mentre le prove dell’esistenza degli alieni entro due anni, il Nobel per la letteratura a  Katie Price e quello per la pace a Donald Trump erano date 100 a 1. Quotata meno delle Foxes era anche la nomina di Bono Vox, frontman degli U2 come nuovo Papa data a 1000 e di Kim Kardashian presidente USA entro il 2020 data  2000 a 1. Il Leicester ci ha insegnato che i miracoli possono accadere e chissà che uno di questi bizzarri eventi non possa capitare in futuro!

Ecco tutti gli eventi bizzarri che secondo i bookmakers erano più probabili della vittoria del Leicester