Domenica 4 Dicembre

Nuoto, Paltrinieri euforico: “è venuto fuori il garone”. Ecco il segreto del successo di Greg

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Gregorio Paltrinieri felice e soddisfatto per la prestazione di ieri nei 1500 sl agli Europei di nuoto di Londra 2016

Prestazione eccezionale ieri all’Aquatic Centre di Londra per Gregorio Paltrinieri nei 1500 sl. L’atleta italiano ha conquistato la medaglia d’oro e stabilito il nuovo record europeo: 14’34″04. Una prestazione che regala a Greg il riscatto dopo la delusione degli Assoluti di Riccione.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

E’ venuto fuori il garone. Non me l’aspettavo davvero un super tempo così, sono contentissimo prima dei 2 mesi più importanti della carriera“, ha dichiarato in un’intervista a “La Gazzetta dello Sport”. “Non pensavo al tempo, non sapevo cosa stessi facendo in acqua, mi sono tuffato senza sapere quanto valevo ed è venuto fuori 14’34”. Non credevo di valere il mondiale, né di poter abbassare così tanto il record europeo. Non mi ero neanche depilato e ho continuato a nuotare 8 km al giorno, facendo serie, tutto. Non era come alle selezioni di Riccione“, ha aggiunto felice per i risultati ottenuti il nuotatore italiano.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

A Rio bisognerà scendere in vasca come ieri per battere Sun Yang (se parteciperà alle prossime Olimpiadi): “ai Giochi l’importante sarà mettere la mano davanti a tutti, anche in 14’40”. Ora so che posso migliorare, e migliorerò. Aspettatevi altre gare così. Dovrò arrivare ai 1400 metri con 3 secondi di vantaggio, perciò dico che la prestazione sarà tutta da costruire. Non so se lui ci sarà, mi sembra che non ne abbia più voglia di 1500, altrimenti avrebbe fatto la finale mondiale“. Cosa ha fatto la differenza ieri per Gregorio Paltrinieri? La libertà mentale: “ero libero di testa e la gara è venuta 20 volte meglio. Può succedere, a Rio dovrò mettere in pratica ciò che serve. Non devo pensare agli altri, ma focalizzarmi su me stesso. Concentrato e libero. Questa era solo una tappa di passaggio e ho dimostrato di cosa sono capace. Adesso dovrò dimostrarlo a Rio, dove conta davvero”, ha concluso.