Venerdi 9 Dicembre

Nuoto, Federica Pellegrini guerriera a Londra: “mi piace la battaglia”, e sui 200 sl

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Federica Pellegrini sempre pronta per la battaglia: fantastica la prestazione dell’azzurra nella staffetta femminile di ieri agli Europei di Londra

E’ iniziata ieri a Londra la fase degli Europei di nuoto in corsia. Dopo le sfide di nuoto sincronizzato e tuffi in vasca scendono i campioni europei che si sfidano a suon di bracciate. Nel pomeriggio di ieri si sono disputate già le prime finali che hanno regalato all’Italia tre medaglie: due d’argento nelle staffette 4×100 maschile e femminile e una d’oro nei 400 sl con Gabriele Detti.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Fantastico lo sprint finale di Federica Pellegrini nella staffetta femminile che ha regalato all’Italia il secondo posto europeo. Felice e soddisfatta la nuotatrice italiana per il risultato ottenuto: “quando c’è da gareggiare per la squadra io mi rendo sempre disponibile, mi piace la battaglia“, ha dichiarato in un’intervista a “La Gazzetta dello Sport”.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

La “Kikka” nazionale non sa ancora se scenderà in vasca per i 200sl: “in staffetta ho messo tutta me stessa, sono contenta di partire con queste sensazioni ma solo dopo la 4×200 scioglierò la riserva se nuotare o meno i 200 individuali. In fondo sono stati solo 100 metri… La finale olimpica è possibile con questa staffetta? Sarebbe un grande traguardo, e sono contenta anche per la medaglia dei ragazzi. Noi ragazze ci siamo prese proprio una bella medaglia, era da tempo che non toccavamo l’argento. Volevamo sognare in grande e ci siamo riuscite“, ha aggiunto.