Sabato 3 Dicembre

Nibali commuove l’Italia dopo il trionfo: dedica e lacrime per Rosario Costa, “è il mio angelo”

Nibali cuore d’oro: dopo il trionfo nella 19ª tappa del Giro d’Italia, lo Squalo dello Stretto s’è lasciato andare ad un lungo pianto per ricordare Rosario Costa, il 14enne messinese della sua scuola ciclistica morto investito nella città dello Stretto qualche giorno fa

Nibali commuove l’Italia, non solo per l’emozionante impresa di oggi sulla tappa di Risoul. Ha tagliato il traguardo con il dito verso il cielo per dedicare la vittoria a Rosario Costa, 14enne dell’ASD Nibali morto a Messina qualche giorno fa travolto da un mezzo della raccolta dei rifiuti mentre si stava allenando. Nibali lo conosceva bene, era uno dei ragazzi più promettenti del ciclismo siciliano. “E’ il mio angelo” ha detto Nibali singhiozzando dopo il pianto al traguardo. La notizia della morte del giovane messinese l’aveva sconvolto durante la prima settimana del Giro d’Italia.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Poi lo sfogo per le critiche dei giorni scorsi: “non è stato facile dopo tutto quello che ho passato in questi giorni, credo che bisogna rispettare una persona al di là dei risultati“. Sulla tappa di oggi: “puntavamo ad una vittoria di tappa con la fuga di Scarponi, l’obiettivo per me era soltanto rimanere con i migliori , poi ho iniziato ad accelerare perchè ho visto che stavo bene e gli altri no. Ringrazio anche la squadra che ha fatto un grandissimo lavoro, sono contento di questo e sono felice, è stata una tappa durissima. Adesso voglio restare con i piedi per terra, domani c’è un’altra tappa dura da affrontare, non sarà facile, c’è ancora una lotta serrata e domani ci aspetta una giornata molto dura. Bisognerà stare molto attenti anche a tutti, pure Kruijswijk che oggi ha avuto una brutta botta a causa della salita ma lui fino adesso è stato molto forte e domani ce l’aspettiamo lì a lottare per la vittoria finale. Siamo tanti in pochi secondi e vedremo cosa succederà“.

Giro d’Italia, ecco la nuova classifica: Nibali adesso è secondo a 44” da Chaves, e domani c’è la tappa più dura