Martedi 6 Dicembre

Nba: Curry mette tutti d’accordo, per la prima volta nella storia è Mvp all’unanimità

LaPresse/Reuters

Non era mai successo nella storia della Nba che un giocatore venisse nominato Mvp all’unanimità

Per Stephen Curry un nuovo prestigioso riconoscimento. In realtà nulla di nuovo per la stella dei Golden State che vince per il secondo anno consecutivo il premio come miglior giocatore della stagione, ma che stabilisce comunque un nuovo record, visto che è il primo MVP della storia a mettere tutti d’accordo.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Curry, infatti, è stato eletto all’unanimità dai 130 aventi diritti al voto, non era mai successo. Il campione dei Warriors, detentori del titolo Nba, è l’11esimo giocatore a vincere per la seconda volta consecutiva il premio. Quest’anno ha nettamente preceduto Kawhi Leonard (San Antonio Spurs), LeBron James (Cleveland Cavaliers), Russell Westbrook e Kevin Durant (Oklahoma City Thunder) e Draymond Green (Golden State). Proprio questa notte Curry è tornato in campo dopo le due settimane di stop per l’infortunio al ginocchio rimediato lo scorso 25 aprile. Un ritorno in grande stile visto che ha trascinato i Warriors in gara-4 della semifinale playoff vinta 132-125 all’overtime contro Portland Trail Blazers. Per l’MVP della stagione 40 punti, nove rimbalzi e otto assist. (ITALPRESS).