Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Rossi non si sbilancia: “non so se sono il miglior Valentino di sempre, ma…”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Dopo l’amarezza del Mugello, Valentino Rossi ha voglia di scendere in pista: ecco le sue sensazioni a una settimana dal week-end di Barcellona

La delusione del Mugello comincia piano piano ad essere smaltita, la voglia di riscatto cresce, il desiderio di tornare ad assaporare la vittoria si fa sempre più insistente. Valentino Rossi non sta nella pelle e ha voglia di risalire in sella alla sua Yamaha per dimenticare la sfortuna della gara italiana, Jorge Lorenzo e Marc Marquez sono avvertiti.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Non so se sono il miglior Rossi di sempre – sottolinea il ‘Dottore’ ai microfoni di Sky Sport – sono molto felice che io sia competitiva quest’anno. Alcune importanti modifiche alle regole, alla mia età, mi facevano un po’ paura e temevo di non essere abbastanza aggressivo, ma essere lassù a lottare per il Mondiale è già una grande sensazione”. Nel corso degli anni sono state tante le modifiche regolamentare a cui Valentino Rossi ha assistito, ma il segreto è sempre lo stesso: “bisogna essere intelligenti per capire che cosa deve essere cambiato. Questo è stato il passaggio dalla classe 500cc due tempi a quattro tempi, poi il passaggio dalla Michelin alla Bridgestone nel 2008. L’elettronica è ora molto sofisticata, ma quest’anno abbiamo fatto un passo indietro”. Il confronto tra Bridgestone e Michelin è complicato da fare: “sono diverse, con la Michelin la moto è diventata notevolmente più agile e reattiva rispetto allo scorso anno con la Bridgestone“.