Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Max Biaggi punge Valentino Rossi: “sfortunato al Mugello? Io non ci credo”

Durante un’intervista a Liberoquotidiano.it, Max Biaggi torna a parlare del Gp del Mugello, pungendo Valentino Rossi

La passione delle corse continua ad ardere dentro di lui, ma di tornare in sella ad una moto proprio non se ne parla. Max Biaggi si gode la vita da ‘pensionato’ occupandosi dei propri figli e portando avanti la love story con Bianca Atzei, conosciuta dopo il divorzio con Eleonora Pedron. Tutto ciò che riguarda i motori, però, continua ad affascinarlo, tant’è che, quando possibile, continua a frequentare il paddock della MotoGp.

valentino rossi mugelloNel 2015, dopo tre anni di inattività, ho corso un paio di gare in Superbike – racconta Biaggi in un’intervista a Liberoquotidiano.it – andando oltre le mie aspettative e centrando il podio. Sono diventato il pilota più anziano a salire sul podio in un campionato mondiale, sono il primo italiano che ha vinto in Superbike. Oggi sono contento a vedere i ragazzi correre, so quanta passione e sacrificio servono”. Per quanto riguarda il Gp del Mugello, Max Biaggi torna sulla sfortuna che ha colpito Valentino Rossi: “sono un uomo prima di tutto: non si gode per le sconfitte altrui. E da italiano mi spiace, sono un po’ nazionalista. Le cose, però, dovevano andare così. Puoi parlare di fortuna o sfortuna, ma non c’è mai una forza sopra le parti che decide per qualcun altro. Io non ci credo. Quando io, Rossi e Capirossi eravamo sempre sul podio significa che eravamo i padroni del motociclismo? No, non decidevamo nulla. Era un caso. Oggi, come allora, gli spagnoli sono più organizzati: hanno un vivaio vero, un campionato nazionale competitivo. Tirano fuori piloti di livello”.