Domenica 11 Dicembre

MotoGp, Maverick Viñales insofferente: che attacco alla Suzuki!

LaPresse/EFE

Dopo le Qualifiche del Gp di Le Mans, Viñales non le manda a dire alla Suzuki, indicando quali sono i problemi che attanagliano la moto

Le voci di mercato che continuano ad accavallarsi, prestazioni che non arrivano e una moto che non smette di fare le bizze. Non è un periodo semplice per Maverick Viñales, costretto a convivere con l’interessamento della Yamaha e con uno sviluppo alquanto complicato della Suzuki.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Un’insofferenza palesatasi sia ieri dopo le Qualifiche del Gp di Le Mans, sia in serata, quando il pilota spagnolo non è riuscito a digerire il rospo della cattiva posizione conquistata in griglia. “Abbiamo bisogno di fare dei passi avanti. Non è possibile dopo aver fatto test a Jerez dove siamo sempre stati tra i primi per quanto riguarda il passo gara essere in questa situazione. Siamo venuti qui e siamo nove decimi più lenti di Jorge. Per quanto mi riguarda, non dobbiamo permettere che accadano cose del genere. Nelle Libere 3, eravamo abbastanza competitivi. Mi sentivo bene in sella alla moto e avevamo un buon grip una volta entrati in curva. Potevo fare le curve molto velocemente e i tempi sul giro arrivavano senza problemi“. Viñales, poi, indica il problema principale della Suzuki: “per me è sempre lo stesso, ho detto, anche lo scorso anno, che dobbiamo migliorare il posteriore della moto. Quando c’è da guidare con l’anteriore, infatti, sono il quarto più rapido. Il problema è quando abbiamo bisogno di utilizzare il posteriore per far girare la moto. Perché questa non gira e scivola molto. E’ un anno che dico sempre le stesso cose e abbiamo sempre gli stessi problemi“.