Mercoledi 7 Dicembre

MotoGp, Lorenzo preoccupato: “fuori dal paddock la guardia del corpo è necessaria”

LaPresse/EXPA

Intervenuto in conferenza stampa, Jorge Lorenzo analizza la gara di domani e torna sull’argomento guardia del corpo

Il week-end del Mugello è pronto a partire, oggi con la conferenza stampa dei piloti si alzerà il sipario sul sesto appuntamento stagionale del Mondiale di MotoGp. Dopo la vittoria di Le Mans, Lorenzo prova ad allungare in testa alla classifica ma non sarà facile vista la voglia di riscatto di Marc Marquez e Valentino Rossi.

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

il Mugello è la mia pista preferita nella quale ho ottenuto i risultati migliori dal 2009 in poi” commenta in conferenza stampa il campione del mondo della Yamaha. “Non ho mai sofferto su questo tipo di asfalto, anzi il tracciato mi piace così come adoro anche il modo in cui la pista è costruita, in particolare le molte curve che la rendono adatta al mio stile. Ci sono stati molti movimenti di mercato negli ultimi giorni, credo sia positivo avere Dovizioso come compagno, so che è bravo nel collaudare la moto, ma per me sarebbe stato uguale anche se ci fosse stato Iannone. Entrambi sarebbero stati ottimi compagni, la decisione però spettava alla Ducati e io posso solo accettarla. Al momento però sono alla Yamaha con Rossi, per la prossima stagione c’è tempo“. Sulla questione guardie del corpo, poi, Jorge Lorenzo sottolinea: “nel paddock non so se siano necessarie, ma fuori dal paddock credo di si. Ci sono molte persone in Italia, molti tifosi che non so come possano reagire. Se non dovessimo averne bisogno meglio così, se ne dovessimo invece aver bisogno saranno pronte a lavorare“.