Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Lin Jarvis rivela: “Jorge Lorenzo ha condizionato il mercato piloti”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Dopo il Gp del Mugello, Lin Jarvis è tornato a parlare del mercato piloti, condizionato secondo lui dalla decisione di Jorge Lorenzo

Il mercato piloti in MotoGp ha tenuto col fiato sospeso, nelle ultime settimane, tifosi e addetti ai lavori, desiderosi di conoscere la composizione dei team nella prossima stagione. Gli annunci di Suzuki e Yamaha, prima del Gp del Mugello, hanno aggiunto pepe alla corsa italiana, vinta poi dallo spagnolo Jorge Lorenzo.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Per il futuro, l’idea che si fa spazio nel paddock è quella di concentrare il mercato nei soli mesi estivi, così da racchiudere tutte le trattative in un determinato periodo dell’anno. Un’idea che trova il consenso anche di Lin Jarvis: “non ne abbiamo mai discusso nella MSMA (Associazione Costruttori Sport Motociclistici)” sottolinea a Speedweek.com il team manager della Yamaha. “Forse bisogna trovare un periodo ben preciso per il mercato piloti, come accade nel mondo del calcio. Non ho mai studiato nei dettagli, ma credo che nel calcio ci siano due finestre in cui i giocatori sono autorizzati a cambiare club. Sono certamente favorevole a questa eventualità, se anche un altro produttore suggerisse questo.

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

Ma allo stesso tempo dobbiamo sfruttare la prassi di mercato, a patto che non esistano restrizioni. L’unica ragione per cui tutto è avvenuto così presto quest’anno è stato il desiderio di Lorenzo di avere un nuovo contratto sul tavolo prima del GP del Qatar, per questo motivo tutto è stato accelerato. Successivamente la notizia ha avuto un effetto domino. Dopo che Jorge ha deciso di cambiare abbiamo dovuto rapidamente sostituirlo e lo abbiamo fatto rapidamente“.