Domenica 11 Dicembre

MotoGp, Dall’Igna rivela: “il nostro bilancio è ok, anche dopo l’ingaggio di Lorenzo”

Intervistato da Speedweek.com, Gigi Dall’Igna sottolinea come il bilancio della Ducati sia ok anche con l’arrivo di Lorenzo

Sono passati sedici giorni da quando Jorge Lorenzo e la Ducati hanno annunciato l’accordo che porterà, nel 2017, il campione del mondo in carica sulla Desmosedici di Borgo Panigale.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Un matrimonio non ancora consumatosi ma comunque già ufficiale, che avrà come fine quello di riportare in Italia quel titolo mondiale di MotoGp che manca ormai dai tempi di Casey Stoner. La prima volta di Lorenzo sulla Ducati potrebbe avvenire in occasione del consueto test di fine anno, in programma il lunedì successivo al Gp di Valencia, dove lo spagnolo potrebbe prendere confidenza con la nuova Desmosedici. “Dovremo cambiare molto, Jorge deve imparare a capire la moto e abbiamo bisogno di capire che cosa lo faccia sentire meglio” spiega Dall’Igna in un’intervista a Speedweek.com. L’arrivo di Lorenzo non ha scombussolato i bilanci della Ducati, a rivelarlo è lo stesso ingegnere italiano: “ognuno ha i suoi bilanci e bisogna essere conformi con loro. Ho letto sui giornali molte voci su Jorge e alcune informazioni sono sbagliate. Cifre? Preferisco non commentarle così come fanno i nostri concorrenti”.

Iannone-DallIgna-Dovizioso Chi rimarrà in Ducati tra Dovizioso e Iannone è ancora un mistero, Dall’Igna preferisce glissare: “i nostri due piloti hanno stili di guida molto diversi, abbiamo bisogno di adattare la moto ad entrambi, sia Iannone che Dovizioso sono stati importanti per sviluppare la moto. Per conoscere chi dei due resterà ai box della Rossa servirà ancora qualche settimana“.