Sabato 3 Dicembre

Moto Gp: Valentino Rossi le paure e la tartaruga di peluche

LaPresse/Alessandro La Rocca

Valentino Rossi si racconta in una simpatica intervista a Guido Meda tra paure e peluche che porta con sempre con sè in valigia

Il week-end del Mugello è pronto a partire, oggi con la conferenza stampa dei piloti si alzerà il sipario sul sesto appuntamento stagionale del Mondiale di MotoGp. Dopo la vittoria di Le Mans, Lorenzo prova ad allungare in testa alla classifica ma non sarà facile vista la voglia di riscatto di Marc Marquez e Valentino Rossi. Al termine della conferenza stampa Sky ha dedicato uno spazio al Dottore, con una simpatica e interessante intervista di Guido Meda. Chiacchiere e racconti a partire dalle pista finendo al ranch, passando per il futuro, le impennate e gli insegnamenti ai suoi ragazzi.

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

L’intervista è iniziata con una parentesi musicale: “la domenica c’è Vasco. Durante il fine settimana invece cambia da giornata a giornata, da gara a gara“, ha raccontato Vale. Poi un commento sull’attuale forma del Dottore: “non so se sono il Rossi più forte della mia carriera, ma sono molto contento di essere competitivo anche quest’anno, all’età mia stai sempre con la paura che l’anno dopo non sai più andare. Ma sono ancora lì e dopo sei gare essere tra i primi tre e lottare per il Mondiale dà ancora più gusto“. Nonostante l’esperienza il nove volte campione del mondo ammette di avere ancora paura, anche adesso a 37 anni: “la paura di fare degli errori l’ho sempre avuta ed è sempre rimasta, quello che vedevo da giovane è che da un anno all’altro diventavo sempre più forte, mentre adesso devo costruire, devo lavorare, lo devo capire, non è solo questione d’istinto“. Inevitabili piccol