Venerdi 2 Dicembre

Moto Gp, Lorenzo e le critiche alla Michelin: “dico la verità”

LaPresse/EFE

Jorge Lorenzo torna a parlare degli pneumatici Michelin, dei progressi e delle critiche fatte a Jerez de la Frontera

E’ attualmente in corso la stagione 2016 di Moto Gp. Al comando della classifica mondiale attualmente c’è Jorge Lorenzo, seguito da Marc Marquez e Valentino Rossi. Novità di quest’anno sono le gomme Michelin che prendono il posto delle Bridgestone. I nuovi pneumatici però non sono ancora perfetti, e creano diversi problemi ai piloti a bordo delle loro moto.

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

Il campione del mondo in carica ha criticato pubblicamente la Michelin dopo la vittoria di Valentino Rossi a Jerez de la Frontera. La ditta di pneumatici ha portato a Le Mans delle gomme nuove che hanno fatto ricredere molti piloti, ma ancora bisogna migliorare tanto e Lorenzo non si preoccupa di ribadirlo: “siamo contenti perché Michelin ha migliorato di molto le gomme, non solo funzionano bene, ma sono anche veloci. Dopo lo slittamento della ruota posteriore, che a Jerez ci ha dato problemi, a Le Mans è avvenuto solo in misura molto limitata. Sembra che tutti i driver siano entusiasti delle ultime gomme posteriori”, ha detto il maiorchino a Speedweek.com.

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

Ho detto la verità ed è quello che stavo pensando. Se trovo che gli pneumatici devono essere migliorati, allora io dico la verità, perché è importante che capiscano se deve essere migliorata in un intervallo. Cosa che poi è stata fatta. Questo è molto importante. In passato, ci siamo lamentati di alcuni aspetti dello pneumatico e, talvolta, non c’era alcuna reazione o molto tardi, ma la Michelin si impegna a migliorare ulteriormente lo pneumatico e ci fornisce le migliori gomme”, ha spiegato Lorenzo sulle critiche di Jerez.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Penso che con le gomme Michelin non abbiamo ancora la moto al cento per cento sotto controllo. La moto si muove di più e dipende principalmente dallo pneumatico posteriore. In uscita di curva la moto si muove quindi notevolmente. Durante la frenata, un grande miglioramento c’è stato sulla nuova gomma anteriore, ma la moto non è stabile come le gomme Bridgestone. A volte è fisicamente impegnativo perché bisogna essere concentrati per non commettere errori. La moto può perdere stabilità quando si frena troppo tardi o troppo duro. È il risultato di uno stile diverso a cui bisogna abituarsi… Non è facile, ma siamo sulla buona strada per ottenere le migliori gomme per tutti i piloti”.