Martedi 6 Dicembre

Moto Gp, Iannone ammette la sua delusione per il non rinnovo con Ducati: “una brutta giornata”

LaPresse/Costanza Benvenuti

Andrea Iannone non nasconde la delusione e l’amarezza per il mancato rinnovo con la Ducati

Ieri mattina sono stati resi ufficiali i due movimenti di mercato di Moto Gp che vedono protagonisti Andrea Iannone e Maverick Vinales. Il primo sarà, dalla prossima stagione, un pilota Suzuki, il secondo invece diventerà il compagno di squadra di Valentino Rossi.

LaPresse/Costanza Benvenuti

LaPresse/Costanza Benvenuti

Nonostante l’entusiasmo di iniziare un nuovo progetto con i fratelli Brivio, il campione di Vasto non nasconde la sua delusione per il mancato rinnovo con la Ducati: “una brutta giornata. Non volevo crederci, ma è andata così. Ho vissuto con Borgo Panigale anni bellissimi, sono stato supportato e coccolato, ma penso di avere anche dato tanto in termini di lavoro. Dall’anno scorso a ora sono successe tante cose che non ho capito, ma vabbé: c’è un campionato da portare a termine. Iniziando proprio dal Mugello: qui l’anno scorso ho realizzato la mia prima pole in MotoGP e ho chiuso secondo dietro Jorge Lorenzo, abbiamo il potenziale per fare bene. A me piacerebbe, certo, essere il primo pilota a riportare la Ducati alla vittoria e ci proverò. Certo, non ci saranno ordini di scuderia come non ce ne sono mai stati: io sono un professionista e questa è una Casa di prim’ordine”, ha dichiarato Iannone come riportato su La Gazzetta dello Sport.

LaPresse/Costanza Benvenuti

LaPresse/Costanza Benvenuti

La Suzuki mi ha convinto mettendomi al centro del progetto, ma non mi sento al momento di parlarne troppo. Sono contento di guidare la GSX-RR nel 2017, ma darò il massimo fino alla fine con la rossa…“, ha poi aggiunto il ducatista sul suo futuro in Suzuki .