Mercoledi 7 Dicembre

Moto Gp, Danilo Petrucci torna in pista tra gioie, paure e sguardi al futuro

LaPresse/Alessandro La Rocca

Danilo Petrucci pronto per scendere in pista a Le Mans: il pilota ternano ha voglia di far bene sin da subito

La stagione 2016 di Moto Gp è entrata nel vivo. I piloti sono pronti, dopo un week end di riposo, a sfidarsi in Francia. A Le Mans ci sarà il ritorno in pista di Danilo Petrucci: il pilota della Octo Pramac dopo l’infortunio alla mano procuratori durante i test invernali torna finalmente a bordo della sua moto.

danilo petrucciIeri ho fatto l’ultima visita con il professor Catani e ho avuto l’ok. La mano non è ancora completamente stabile, si vedono le fratture, però placche e viti hanno stabilizzato le ossa. Il dolore è scomparso, la mano la uso bene, in palestra riesco a fare quasi tutto quello che facevo prima”, ha spiegato a ‘La Gazzetta dello Sport’. Petrucci arriva in Francia con uno spirito abbastanza rilassato, anche se sicuramente dentro a lui ci sarà un’esplosione di gioia e paura, mille sensazioni tutte insieme: “proverò a stare il più sereno possibile, non voglio problemi alla mano. In Qatar ho forzato, ma a me piace andar forte e non stare dietro. Ci sono stato troppe volte in passato, ora mi dà gusto essere nei 10”, ha aggiunto.

@PramacRacing

@PramacRacing

Il pilota ternano poi commenta la situazione attuale dei piloti in Moto Gp, non nascondendo una certa preoccupazione per le gomme Michelin: “le prime quattro gare sono state imprevedibili, solo Marquez tra i primi non ha fatto uno zero. Alla Ducati, poi, gli incidenti di Dovizioso e Iannone hanno fatto male alla classifica, ma tranne Jerez si è visto che la moto va molto forte. Sembra che con queste gomme la moto non funzioni. Io che venivo dalla GP14, già nei test in inverno con la GP15 avevo notato una carenza di trazione in alcuni casi. Però vedere Scott (Redding; n.d.r.) finire ultimo è stata una sorpresa molto grossa“. Infine inevitabile un commento sul mercato piloti e sul suo futuro: “non ci ho pensato, ho sofferto a stare fuori in queste gare, non poter dimostrare quello che vorrei. Al resto non ci ho badato, ho un contratto con Ducati, credo che mi vogliano ancora, lo spero. Quello che mi interessa è solo fare delle belle gare a partire dal Mugello, senza pormi obiettivi. Ma se si mettono tutte dritte…