Sabato 3 Dicembre

Mondiali di marcia, Elisa Rigaudo rivela: “ho evitato la varicella, adesso partecipo per emozionarvi”

Elisa Rigaudo parteciperà alla 20 km di marcia dei Mondiali di Roma, dove si augura di poter conseguire un ottimo risultato

I Mondiali di marcia si avvicinano, Roma è pronta ad ospitare una manifestazione che manca in Italia dal 2002, quando fu Torino a vivere le emozioni legate a questo evento. Oltre alla presenza di Alex Schwazer, tornato a vestire l’azzurro dopo la squalifica per doping, chi si sta preparando al meglio per questo appuntamento è Elisa Rigaudo, che si cimenterà nella gara femminile di 20 km.

rigaudoLotteremo fino all’ultimo centimetro – sottolinea l’azzurra durante un’intervista rilasciata al sito Fidal  vi faremo provare grandi emozioni. Sarete parte di un grande evento sportivo. Venite ai Mondiali di Marcia di Roma, sarà indimenticabile. In questi giorni sto già immaginando la partenza, la vista del Colosseo, l’Arco di Costantino alle spalle. E poi il tifo, tanta gente lungo il percorso, e fra loro i miei figli, Elena e Simone, e mio marito Daniele. Sarà meraviglioso”. Le sensazioni sono ottime, Elisa Rigaudo ha fiducia nella selezione italiana: “può andare molto bene. Di certo sentiremo la mancanza di Antonella Palmisano, con lei in campo non ci sarebbe stata storia. Le cinesi sono forti, ma l’Italia resta una squadra da battere. Per il resto non ho nemmeno guardato le iscritte: io gareggio per me”. Una partecipazione rimasta in dubbio fino all’ultimo, poi Elisa Rigaudo ha sciolto le riserve: “fino alla settimana scorsa pensavo di non poter fare i Mondiali. Daniele, Simone ed Elena si sono tutti ammalati… di varicella. Avevo tutta la famiglia a letto, e con mia madre che continuava a ripetermi che da piccola io non l’avevo avuta, ero praticamente certa di beccarmela anch’io. Per fortuna anche le mamme a volte sbagliano”.