Mercoledi 7 Dicembre

Lo Squalo di Rio: un film tutto da vedere

LaPresse/Fabio Ferrari

Dopo “Jaws” del 1975, ecco arrivare nelle sale “Lo Squalo di Rio”

Lo Squalo di Rio è un film che promette davvero colpi di scena da vero blockbuster. Si tratta dell’ennesimo episodio della saga dello “Squalo”, quel campione di incassi datato 1975 che in America uscì col titolo di Jaws: mascelle, mandibole, fauci.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Le stesse “fauci” che sembra possedere il protagonista di questo nuovo episodio dello Squalo, che si girerà a Rio: il nome dell’attore principale è Vincenzo Nibali, from Sicily. Vincenzo ha ottenuto la parte in questo film che si annuncia come il prossimo “re dei botteghini” grazie a una vittoria in una gara. In Italia. Una gara dove le emozioni non sono mancate, e il pubblico ha assistito dal vero a una serie di cambi di scena che hanno fatto sentire gli spettatori come fossero sul binario di un rollercoaster.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Alti e bassi, vittorie e sconfitte, addii e ritorni, lacrime e applausi. Così, guardando questa gara, i due fratelli più famosi del cinema italiano, hanno pensato che era arrivato il caso di girare “Lo Squalo di Rio”.

Si parlerà dello Squalo Vincenzo, e del suo viaggio per mare che lo porterà nei pressi delle spiagge di Rio.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Qui, come il suo antenato fece nel primo film nei dintorni del New England, Vincenzo seminerà incertezza e scompiglio, cercando di portare a termine la sua impresa. E cercando di regalare, grazie a una spettacolare e studiata sceneggiatura, immagini da lasciare senza fiato. Gli spettatori sono avvisati: Lo Squalo di Rio è un film per spettatori abituati alle emozioni forti. Di quelle che si ricordano per una vita intera. Quindi tutti pronti, e tutti al botteghino: un biglietto per “Lo Squalo di Rio”, per favore. Sala 1.