Lunedi 5 Dicembre

Leicester, c’è chi non sorride: un giornalista italiano ‘massacra’ Ranieri

Il giornalista Enzo Bucchioni minimizza l’impresa del Leicester e l’operato di Claudio Ranieri attribuendo la vittoria ad una serie di fattori

Il Leicester ieri notte ha portato a compimento un’impresa impossibile: vincere il titolo in Premier League con una squadra che si prefigurava la salvezza ad inizio stagione. Un vero e proprio miracolo quello compiuto dalle Volpi, magistralmente allenate da Claudio Ranieri, elogiato da tifosi, avversari e giornalisti.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

C’è una voce fuori dal coro però: il giornalista Enzo Bucchioni prende le distanze dagli elogi fatti a mister Ranieri. Ai microfoni di “Si gonfia la rete”, trasmissione in onda sulle frequenze di Radio CRC,  Bucchioni pur riconoscendo l’impresa del Leicester, giudica l’annata di Ranieri come fortunata e minimizza il suo operato citando Josè Mourinho: Ranieri? Aveva ragione Mourinho: è un grande artigiano del calcio, però il salto di qualità per diventare davvero grande non lo ha mai fatto. La sua vittoria con il Leicester è il frutto di tutta una serie di fattori andati a convogliare nella sua squadra, ma non esageriamo con gli elogi. Ranieri è un pittore che finisce al Louvre con un quadro solo. Non va magnificato, non è il più grande allenatore della storia, la sua è stata solo un’annata“.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

C’è da dire una cosa però: Mourinho quest’anno aveva una squadra (Chelsea) da primo posto e l’ha portata in fondo alla classifica fino all’esonero a metà stagione dopo la sconfitta proprio contro il Leicester e lo stesso Chelsea ieri notte ha consegnato il titolo al Leicester fermando il Tottenham. Ironia della sorte…forse Mou quella volta non aveva poi così ragione.