Giovedi 8 Dicembre

Juventus, che stoccata di Marotta: “pensare che ci rifiutò Di Natale”

LaPresse/Daniele Badolato

Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, lancia una stoccata a Totò Di Natale ricordando il rifiuto dell’attaccante dell’Udinese

LaPresse/Valter Parisotto

LaPresse/Valter Parisotto

Juventus-Di Natale, il gran rifiuto! – Un sassolino dalla scarpa. Per molti un vero e proprio macigno. Beppe Marotta, durante la sua esperienza da amministratore delegato della Juventus, non ha mai risposto in maniera piccata alla critiche giunte numerose specialmente agli inizi del suo incarico da dirigente bianconero. Ma oggi, dopo cinque Scudetti consecutivi e una nuova consapevolezza di essere tornati anche nell’elite del calcio internazionale, l’amministratore delegato bianconero si è lasciato andare ai microfoni di ‘Mediaset Premium’ ad una battuta (per molti stoccata) per capire il ritrovato appeal della Juventus: “Non me ne voglia Totò, ma porto l’esempio di Di Natale, che quando arrivai a Torino nel 2010 ci disse di no. Oggi i procuratori ci cercano e ci vogliono. L’appeal è di nuovo consono alla storia di questa società“. La stoccata bianconera è servita, firmata Beppe Marotta!