Venerdi 2 Dicembre

Internazionali di Roma, tutti gli azzurri fuori: non succedeva dal 1973!

LaPresse/Alfredo Falcone

Eliminati tutti gli azzurri agli Internazionali di Roma, l’ultima volta di un risultato così negativo risale a 43 anni fa

Gli Internazionali di Roma rappresentano l’evento tennistico dell’anno per l’Italia: grande organizzazione, introiti, superstars e tantissimo spettacolo. Un torneo del genere, giocato in una location magica con delle emozioni che solo la storia di una città come Roma sa regalare, per gli azzurri sarebbe stato un appuntamento da non mancare. E invece l’italtennis ha deluso le attese: tutti i tennisti presenti, sia ATP che WTA, hanno abbandonato il torneo prima degli ottavi, record negativo che non accadeva dal 1973!

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Il primo degli azzurri ad andare ko è stato Donati, out nelle qualificazioni. Nella prima giornata ufficiale invece Cecchinato e Sonego si sono arresi con l’onore delle armi a Raonic e Sousa, mentre per Caruso e Fognini sono arrivate due sconfitte senza appello. Nel secondo giorno Volandri è uscito con qualche rimpianto contro Ferrer mentre Lorenzi risulta non pervenuto contro Bautista. L’ultimo ad arrendersi nella giornata di ieri è stato Andreas Seppi eliminato (almeno al secondo turno) da Gasquet.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Non è solo una questione maschile, a deludere le attese sono state anche le ragazze azzurre: al primo turno Knapp e Schiavone sono state sconfitte in maniera netta, la Errani invece ha portato a casa almeno un set prima di essere eliminata dalla Watson. L’ultima speranza era Roberta Vinci, la migliore giocatrice italiana visto il  7° posto della classifica WTA. La Vinci già al secondo turno per il “bye” è stata clamorosamente eliminata dalla britannica Konta numero 23 WTA, sconfitta che potrebbe accentuarne le ipotesi di ritiro. Con la sua eliminazione il tennis italiano abbandona gli Internazionali di Roma completamente.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Qualcuno rimpiange l’addio di Flavia Pennetta, celebrata nella festa di martedì, unico momento di gioia agli Internazionali. Altri puntano sulla Giorgi, assente importante ma che viste le sue recenti prestazioni altalenanti, difficilmente sarebbe arrivata in fondo al torneo. Quel che è certo è che tutti sono concordi nella necessità di aprire un nuovo ciclo per il tennis azzurro. Intanto con lo sguardo al prossimo grande evento di tennis su terra rossa, il Roland Garros, le previsioni non promettono nulla di buono.