Sabato 10 Dicembre

Internazionali di Roma, Roberta Vinci: “ultima al Foro Italico?”

LaPresse/Alfredo Falcone

Durante la conferenza stampa Roberta Vinci analizza la sconfitta e parla dell’ipotesi ritiro

Continua la serie negativa di Roberta Vinci agli Internazionali di Roma: la tennista tarantina si è arresa ieri alla britannica Konta in due set (6-0, 6-4) dopo un un’ora circa portando via con sè l’ultima fetta di Italia ancora presente in singolo nel torneo.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

In conferenza stampa la Vinci analizza la sconfitta: “anche quest’anno non ho giocato bene. Ero nervosa all’inizio del match ed anche durante. Il tempo non era buono, lei ha giocato bene ma io non mi sono espressa assolutamente ai mie livelli. È stato un match giocato male, non in maniera aggressiva come avevo programmato di fare con il mio allenatore. Lei serviva bene e mi prendeva il tempo, la verità è che la tensione gioca brutti scherzi: mi sembrava sempre di essere in difficoltà ed in effetti lo ero. Del resto se la mia palla non va le altre sembrano dei fenomeni. E finisce che corro inutilmente come una scema. E poi se con il back non sono incisiva mi si ritorce contro. Mi dispiace davvero di aver giocato così male e di non essere riuscita ad entrare in partita.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Come attenuante si potrebbe dire che Roberta non sia proprio una specialista della terra rossa e abbia sentito un po’ di tensione: sulla terra faccio sempre più fatica. Ho provato a cercare di divertirmi e di far divertire il pubblico, ma mi sembra chiaro che non ci sono riuscita. Calo di tensione per l’obiettivo top ten raggiunto? Forse un po’ sì. Perché tenere sempre alta la concentrazione settimana dopo settimana è dura. Ora gioco Norimberga e poi c’è Parigi. Devo cercare di giocare i prossimi tornei in maniera più tranquilla. Cercando di trovare di nuovo la giusta motivazione”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Nel finale la Vinci si esprime sulla debacle italiana nel torneo e su un suo possibile ritiro: gli italiani tutti fuori? È una casualità. Tensione ed aspettative bloccano un po’. Speriamo vada meglio il prossimo anno. Se mi rivedrete a Roma? Boh, non lo so. Soprattutto non chiedetemelo adesso dopo questa sconfitta. È una decisione, se continuare o meno, che prenderò solo a fine anno dopo aver valutato condizione fisica, classifica e motivazione. Per il momento dico ‘ni’, si vedrà”.