Venerdi 9 Dicembre

Internazionali di Roma, Murray e Sophia: “prima della partita ho guardato una sua foto”

LaPresse/Reuters

Murray romantico e innamorato: lo scozzese svela cosa ha guardato prima di disputare la finalissima degli Internazionali di Roma 2016

Andy Murray è stato incoronato ieri, al Foro Italico, re di Roma. E’ infatti lo scozzese il vincitore degli Internazionali di Roma 2016. Murray ha battuto in due set il suo avversario Novak Djokovic, numero 1 al mondo, con un doppio 6-3. Una gioia immensa per lo scozzese nel giorno del suo 29esimo compleanno.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

La parte storica è bella. Ma per me, più importante è guardare ai giocatori che hanno vinto questo torneo. Alcuni dei più forti giocatori di tutti i tempi hanno vinto qui. Ci sono stati pochissimi anni in cui il vincitore è stato una sorpresa. Quindi sono molto orgoglioso di avere il mio nome sul trofeo”, ha dichiarato Murray dopo la vittoria. “Credo che la battuta sia stato il principale segreto di questa settimana, non tanto per i punti che mi ha consentito di ottenere, ma perché quando servo bene anche tutti gli altri aspetti del mio gioco migliorano: se tengo facilmente i miei turni, poi sono più aggressivo quando devo fare il break all’avversario“, ha poi analizzato lo scozzese in un’intervista a “La Gazzetta dello Sport”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Sicuramente ero più fresco di Novak, ma contro di lui devi comunque giocare la tua miglior partita per riuscire a batterlo e a volte neppure basta. E immagino potrà essere orgogliosa anche mia figlia, quando si renderà conto di tutto questo: l’ultima cosa che ho fatto prima di entrare in campo è stato di guardare una sua fotografia“, ha aggiunto poi un Andy innamoratissimo della sua bambina.