Venerdi 9 Dicembre

Internazionali di Roma, la Errani svela: “ho scoperto un’importante carenza di ferro nel sangue”

LaPresse/EFE

Sara Errani dopo aver scoperto un’importante carenza di ferro è pronta per gli Internazionali di Roma 2016

Manca ormai pochissimo per l’inizio degli Internazionali di Roma 2016, uno dei tornei più importanti e prestigiosi dopo i quattro Slam. Ieri a Piazza del Popolo si è tenuto il sorteggio dei tabelloni.

LaPresse/efe

LaPresse/efe

Tra le italiane, al Foro Italico scenderà in capo anche Sara Errani, pronta a far bene davanti al pubblico di casa dopo la delusione di Madrid: “anche se a Madrid ho giocato un solo match, sono soddisfatta della settimana e di come stanno andando le cose”, ha dichiarato Sarita come riportato sul sito ufficiale degli Internazionali di Roma. Sara a Roma è riuscita a regalare emozioni intense e uniche, disputando una bellissima ma sfortunata finale nel 2014 contro Serena Williams.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Questo è un torneo che mi piace, dove ho fatto molto bene in passato, ed è sulla terra battuta. Poi ovviamente è un tabellone difficilissimo, puoi giocare benissimo e perdere comunque”, ha aggiunto Sara. “La forma? La forma non esiste. Non la decidi tu. E nel tennis ci sono troppe componenti, non dipende tutto da te”, continua la Errani.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Sara infine svela di aver scoperto, dopo Dubai, di avere una forte carenza di ferro nel sangue che ha condizionato il suo gioco per parecchio tempo:  “dopo Dubai ho scoperto di avere un’importante carenza di ferro nel sangue. Mi sentivo debole, priva di energie. Ad Indian Wells e Miami non riuscivo nemmeno ad allenarmiPurtroppo non ce ne eravamo accorti. Dopo le analisi abbiamo capito, e abbiamo iniziato a fare ciò che serviva per recuperare, con il medico e il nutrizionistaMi era già successo un paio d’anni fa. Quando persi con la Petkovic, nei quarti a Parigi, avevo lo stesso problema. Devo starci attenta, è anche una predisposizione genetica ed è una cosa che devo tenere controllata.