Sabato 3 Dicembre

In Serie A non si va più allo stadio! Tutti i dati di una crisi già scritta…

LaPresse/Marco Alpozzi

L’Osservatorio del Calcio italiano rende noti i dati in merito alle presenze dei tifosi allo stadio in merito alla stagione di Serie A appena conclusa. E il dato è davvero preoccupante…

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Tu chiamalo, se vuoi, incremento. Perché lo 0.1% di spettatori in più rispetto alla scorsa stagione è un dato sempre più allarmante: in Serie A la gente non va più allo stadio, la realtà è questa. Eccezion fatta per alcune realtà (Juventus e Inter su tutte), il quadro generale è davvero preoccupate. E puntare il dito contro le pay-tv sarebbe un giochetto davvero troppo semplice: stadi obsoleti, pericolosi, costi complessivi (biglietti stadio, mezzi di trasporto per arrivare allo stadio etc) elevatissimi, tutte cause già ben note e che hanno portato ad un crisi giù scritti. L’Osservatorio del Calcio Italiano fornisce tutti i dati relativi alla stagione appena conclusa, eccoli nel dettaglio:

LaPresse/Gerardo Cafaro

LaPresse/Gerardo Cafaro

“Torna il segno positivo, seppur minimo, per le presenze negli stadi della massima serie. Al termine della stagione 2015/16 (22.078) si registra infatti un incremento dello 0,1% rispetto al dato della stagione precedente (22.057). Si tratta comunque della seconda peggior media spettatori dell’ultimo quinquennio: -6% rispetto al 2013/14 (23.481), -10,4% rispetto al torneo 2012/13 (24.655) e -4,9% rispetto alla stagione 2011/12 (23.214). Il confronto risulta essere negativo anche con il dato registrato al termine del girone d’andata (-0,9% con una media presenze pari a 22.264).

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

Exploit Inter nelle gare casalinghe. I nerazzurri con una media pari a 45.538 conquistano il primato degli spettatori in serie A facendo registrare un incremento del 22,2% rispetto al 2014/15 (37.270). E’ della Juventus il secondo miglior dato stagionale: i campioni d’Italia collezionano una media spettatori pari a 38.628 con un incremento dello 0,2% rispetto allo scorso campionato. Sul gradino più basso del podio il Napoli: gli azzurri al San Paolo totalizzano una media presenze pari a 37.777 con un incremento del 17,1% rispetto al 2014/15. Nella top five anche Milan (media pari a 37.655) e Roma (35.182) ma se da un lato i rossoneri – rispetto alla stagione precedente – registrano un incremento del 2,7% lo stesso non si può certo dire per i giallorossi che concludono con un netto decremento (-12,3%) rispetto alla stagione 2014/15 (40.135, miglior dato assoluto).

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

In negativo anche il dato per la Fiorentina (-5,2%) mentre, nonostante la stagione non esaltante, il pubblico della Sampdoria totalizza un incremento delle presenze rispetto alla stagione precedente del +1,1%. Il record negativo di spettatori presenti allo stadio si concretizza all’Olimpico di Roma durante le partite casalinghe della Lazio: i biancocelesti con una media pari 20.465 registrano un decremento del 41,4% rispetto al 2014/15. Nella top ten anche il Torino: durante le gare interne dei granata la media presenze è pari a 19.392 (+16,2%).

 

Foto LaPresse - Spada

Foto LaPresse – Spada

La Juventus si conferma la compagine che richiama il maggior numero di presenze di tifosi avversari: con i bianconeri in campo si è registrato il miglior dato stagionale a Bergamo, Bologna, Carpi, Verona (Chievo e Hellas V.), Empoli, Milano (Inter), Palermo, Sassuolo e Udine. A seguire la Roma con la quale si è registrato il miglior dato stagionale a Firenze, Frosinone, nel derby contro la Lazio (disputato in casa dei biancocelesti) e a Napoli”.