Martedi 6 Dicembre

Golf-Irish Open: Willet e Warren si giocano la vetta. Bene Paratore, out Manassero

England's Danny Willett tees off the 10th during day two of The Open Championship 2015 at St Andrews, Fife. PRESS ASSOCIATION Photo. Picture date: Friday July 17, 2015. See PA story GOLF Open. Photo credit should read: Owen Humphreys/PA Wire. RESTRICTIONS: Editorial use only - no commercial use. No onward sale. Still image use only. The Open Championship logo and clear link to The Open website (www.TheOpen.com) to be included on website publishing. Call +44 (0)1158 447447 for further info. Lapresse Only italyGolf - The Open Championship 2015 - Secondo giorno

Al Dubai Duty Free Irish Open Warren raggiunge Willet in vetta. Paratore è 34° mentre Manassero saluta il torneo

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Renato Paratore, 34° con 144 colpi (72 72, par), si è mantenuto in media classifica nella seconda giornata del Dubai Duty Free Irish Open (European Tour) che si sta svolgendo sul tracciato del The K Club (par 72), a Straffan in Irlanda, dove non ha superato il taglio Matteo Manassero, 83° con 149 (75 74, +5). Lo scozzese Marc Warren (136 – 70 66, -8) ha agganciato al vertice l’inglese Danny Willett (136 – 65 71), numero nove mondiale, ed è divenuto il terzo incomodo in quello che sembrava dovesse essere un duello tra il vincitore del Masters e il nordirlandese Rory McIlroy, numero tre del world ranking, rimasto sulla scia con 137 (67 70, -7). A un intervallo di due colpi l’inglese Matthew Southgate, quarto con 139 (-5), quindi al quinto posto con 140 (-4) i sudafricani Jaco Van Zyl e Richard Sterne e l’inglese Tyrrell Hatton. Tra i dieci giocatori all’ottavo con 141 (-3) il gallese Jamie Donaldson, l’inglese Chris Wood, l’australiano Brett Rumford e lo scozzese Russell Knox, la cui carriera si svolge sul PGA Tour statunitense. Ha fatto tredici passi indietro il tedesco Martin Kaymer, 18° con 142 (-2), e sono a ridosso il nordirlandese Graeme McDowell, il thailandese Thongchai Jaidee, lo spagnolo Rafael Cabrera Bello e il danese Soren Kjeldsen, campione uscente, 24.i con 143 (-1).

LaPresse/PA

LaPresse/PA

I due azzurri sono partiti dalla buca 10. Renato Paratore ha guadagnato un colpo sul campo in uscita (tre birdie e due bogey) e poi lo ha restituito nel ritorno con un birdie e due bogey chiudendo nel 72 del par. Le cose per Matteo Manassero sono andate bene per tredici buche condotte con un birdie all’attivo che avrebbe significato taglio superato, ma tutto è cambiato con un bogey e un doppio bogey che hanno fatto 74 (+2). Il montepremi è di quattro milioni di euro, uno dei più interessanti e alti del circuito nel torneo che anticipa di una settimana il prestigioso BMW PGA Championship (26-29 maggio), dove saranno in palio cinque milioni di euro.