Venerdi 2 Dicembre

Golf: Edoardo Molinari rimonta all’AfrAsia Bank Mauritius Open

LaPresse/Andrea Negro

European Tour: a Mauritius rimonta Edoardo Molinari, allunga Dodt 

L’australiano Andrew Dodt ha allungato il passo e con lo score di 136 (66 70, -8) ha portato a tre colpi il vantaggio sul coreano Jeunghun Wang (139, -5) nell’AfrAsia Bank Mauritius Open, torneo organizzato in combinata tra European Tour e Asian Tour in svolgimento sul percorso del Four Seasons GC at Anahita (par 72) a Beau Champs nell’isola di Mauritius.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

E’ salito dal 22° al 10° posto con 144 (72 72, par) Edoardo Molinari, è rimasto in gara Nino Bertasio, 57° con 149 (75 74, +5), e non hanno superato il taglio Francesco Laporta, 74° con 151 (77 74, +7) e fuori per un colpo, e Nicolò Ravano, 114° con 160 (83 77, +16).

In un evento in cui le difficoltà sono sottolineate dai soli nove giocatori con un punteggio sotto par, seguono il duo di testa con 140 (-4) Siddikur Rahman del Bangladesh e il belga Nicolas Colsaerts, che ha risalito la classifica di 68 gradini grazie a un ottimo 65 (-7), miglior punteggio di giornata. Al quinto posto con 142 (-2) l’inglese Ross McGowan e al sesto con 143 (-1) i sudafricani Jaco Ahlers, Ruan De Smidt, Hennie Otto e Jaco Van Zyl.

Con 36 buche a disposizione può ancora sperare di riconfermare il titolo il sudafricano George Coetzee, 16° con 145 (+1), mentre possono aspirare solo a una classifica migliore l’indiano Jeev Milkha Singh, 34° con 147 (+3), il connazionale Jyoti Randhawa e Mardan Mamat di Singapore, 46.i con 148 (+4), e l’altro indiano Arjun Atwal. il primo della sua nazione approdato e vincente sul PGA Tour, 57° con 149 (+5).

Andrew Dodt, 30 anni e due successi nel circuito (Avantha Masters 2010 e Thailand Classic 2015), non brilla per la sua regolarità, emergendo solo a tratti come in questa occasione. Ha segnato quattro colpi in più rispetto al giro d’apertura con cinque birdie, un bogey e un doppio bogey per il 70 (-2). Edoardo Molinari ha raddoppiato il 72 (par) di partenza con un eagle, due birdie e quattro bogey e Nino Bertasio con un 74 (+2, con quattro birdie, quattro bogey e un doppio bogey) è stato a lungo in bilico sul filo del taglio, prima che gli ultimi arrivi stabilizzassero la classifica. Anche per Francesco Laporta 74 colpi con tre birdie e cinque bogey e 77 (+5) per Nicolò Ravano con quattro birdie, quattro bogey, un doppio bogey e un triplo bogey. Il montepremi è di un milione di euro dei quali 166.660 spetteranno al vincitore.