Lunedi 5 Dicembre

Giro d’Italia, Nibali sereno: “piangersi addosso non serve a nulla!”

LaPresse/Fabio Ferrari

Vincenzo Nibali pronto e sereno in vista dell’ottava tappa del Giro d’Italia 2016

I ciclisti sono pronti per una nuova sfida e una nuova avventura al Giro d’Italia 2016. Si pedalerà per 186 km da Foligno ad Arezzo. Sereno, dopo la tappa di ieri, Vincenzo Nibali: “questa è stata una tappa di trasferimento, anche se bisognava fare attenzione perché l’asfalto era viscido in molti tratti”. “Piangersi addosso non serve a niente, a me come stanno le cose vanno bene ugualmente. Per adesso mi basta la salute. Poi in corsa sembra sempre che debba fare tutto io“, ha aggiunto lo “Squalo dello Stretto”, come riportato su “La Gazzetta dello Sport”, che poi parla dell’attacco e del contropiede: “guardate bene cosa è successo dopo lo scatto di Dumoulin. Solo Pozzovivo e Zakarin hanno tenuto il suo ritmo, Valverde ha sfruttato tutto il tempo per poi guadagnare solo 7″ mentre Landa è addirittura arrivato con me“. Impossibile poi non parlare della tappa di oggi, su sterrato: “non lo conosco, ma me lo aspetto difficile“, ha concluso.