Giovedi 8 Dicembre

Giro d’Italia, Nibali c’è. Lo Squalo dello Stretto adesso cerca un’impresa storica: “Se le gambe rispondono…”

LaPresse/Fabio Ferrari

Giro d’Italia, Nibali è apparso molto brillante nella tappa verso Pinerolo e adesso promette battaglia: per una grande vittoria servirebbe una storica impresa

T15_MadonnaDC_2_altVincenzo Nibali c’è. Lo Squalo dello Stretto sembra in netta ripresa dopo i problemi dei giorni scorsi, e oggi sulla rampa di Pinerolo a 2 km dal traguardo è stato il più brillante insieme a Valverde. La maglia rosa Steven Kruijswijk non ha mollato un secondo ed è rimasto sempre con i migliori, come anche ChavesMajka e Zakarin che però sono sembrati un po’ meno brillanti dello spagnolo e del siciliano, terzo e quarto in classifica generale. Il Giro si deciderà nei prossimi due giorni, con due grandi tappe alpine: domani durissimo arrivo in salita a Risoul, sabato ultime fatiche verso Sant’Anna di Vinadio.

T15_MadonnaDC_2_altNibali è quarto con 4 minuti e 43 secondi di ritardo dalla maglia rosa. Secondo Chaves a 3 minuti, terzo Valverde a 3 minuti e 23 secondi. Al quinto posto c’è Zakarin a 4 minuti e 50 secondi, anche lui con ambizioni di podio, poi Majka a 5 minuti e 34 secondi. Saranno certamente loro 6 i grandi protagonisti delle ultime due tappe del giro che separano Kruijswijk da una vittoria storica. Ma se il giovane olandese dovesse dare qualche segnale di cedimento, Nibali è lì pronto a cercare un’impresa storica. Oggi dopo il traguardo ha detto che “abbiamo passato una giornata abbastanza buona. I miei tifosi sperano sempre in questa grande impresa, quindi cerco di non deluderli, anche non si può inventare proprio tutto. Vedremo. Se le gambe rispondono…