Sabato 3 Dicembre

Giro d’Italia 2016 – Parte la caccia a Dumoulin: alla scoperta della 2ª tappa olandese

Prosegue il Giro d’Italia 2016, scopriamo insieme le caratteristiche di questa seconda tappa che va da Arnhem a Nijmegen

Dopo il grande avvio di ieri che ha visto trionfare sulle strade di Apeldoorne Tom Dumoulin, il Giro d’Italia 2016 prosegue oggi con un’altra avvincente tappa che si dipana ancora per le vie olandesi. Il percorso, 190 km che vanno da Arnhem a Nijmegen, dovrebbe ispirare i velocisti dal momento che si tratta di un tracciato alquanto pianeggiante.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Nel finale, però, ecco il primo Gpm della corsa rosa, una salita con pendenza massima dell’11% che potrebbe definire l’arrivo di questa frazione. C’è comunque il tempo per rientrare: i corridori, prima del traguardo, saranno immessi nel circuito cittadino di Nijmegen, 8,6 chilometri da ripetere due volte con tanto di attraversamento del fiume Waal. Salvo colpi di scena, sarà il primo testa a testa tra i due sprinter tedeschi Kittel e Greipel. Una tappa dunque per velocisti in un percorso tra due città storiche, che fanno parte della conurbazione Nimega-Arnhem, nelle quali si possono ammirare il bellissimo John Frost Bridge che attraversa il fiume Reno, il Parco nazionale De Hoge Veluwe e il palazzo Bronbeek. Nimega inoltre è una città perfetta per una gara ciclistica in quanto ospita dal 1981 il Velorama, ovvero il Museo Nazionale della bici.