Lunedi 5 Dicembre

Francia, allarme sicurezza: pronte nuove misure

LaPresse/Reuters

La Francia, dopo i fatti di Parigi, non ha ancora un buon piano di sicurazza per gli Europei. Oggi il prefetto ha annunciato un nuovo piano di sicurezza in zona stadi

Situazione paradossale in Francia. Mancano 21 giorni all’inizio degli Europei è la situazione sicurezza negli stadi non è delle migliori.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

I recenti fatti di Parigi, durante la finale di Coppa di Francia tra PSG e Ol. Marsiglia, hanno dimostrato che ancora non esiste una gestitone totale della sicurezza allo stadio; lo ‘Stade de France’ è stato bersagliato da fumogeni, da petardi, che inspiegabilmente sono entrati allo stadio, ma la cosa che inquietante è stato il principio di incendio in curva. Altro grosso problema lo si è registrato fuori dallo stadio, ovvero l’incapacità della polizia prevista per scortare i pulmann marsigliesi. E meno male che doveva essere una prova generale questa partita, dato che è stata l’ultima gara prima della competizione nazionale europea.

Sicurezza da sistemare, o per meglio dire da rifare. Il prefetto della regione dell’Ile de France, Philippe Galli, è molto preoccupato dopo questa vicenda. Il muro che doveva evitare gli oggetti lanciati dagli spalti, non ha funzionato, ma soprattutto la scorta ai pulmann è stata un flop. Il prefetto ha annunciato stamane una massiccia perquisizione nella zona presso lo stadio, una nuova sistemazione degli agenti che hanno il compito di scortare i pullman negli stadi e soprattutto la riqualificazione del sistema per evitare gli oggetti in campo.
Una situazione paradossale si vede all’orizzonte, e in più, si ha ancora la possibilità di eventuali attacchi dell’Isis durante la manifestazione europea. Questa situazione della Francia non è delle migliori, ma se neanche dall’interno non si attua una sistema per evitare queste vicende, la possibilità potrebbe divenire realtà.