Martedi 6 Dicembre

Fiorentina, Sousa amaro: “da Ilicic mi aspettavo di più. Il mio futuro? A breve incontrerò la società”

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Dopo il noioso 0-0 maturato al Bentegodi, Paulo Sousa analizza la prestazione della sua Fiorentina, parlando anche del suo futuro

E’ mancata concretezza e la fame per fare gol. Davanti abbiamo trovato una squadra che si chiudeva e che stava tutta dietro la linea della palla. Poi quando ci siamo un po’ spinti in avanti, ci siamo allungati e abbiamo rischiato qualcosa ma nel complesso abbiamo controllato quasi tutta la gara. Dovevamo essere più aggressivi“.

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Così Paulo Sousa commenta a Premium Sport il pari senza reti della Fiorentina sul campo del Chievo. “Arrabbiato con Ilicic? No, però è entrato a gara in corso, era fresco e in quell’occasione nel finale, con la qualità che ha, poteva risolvere la partita. La gara di Zarate e Tello? Sono giocatori con determinate caratteristiche. Mauro ha tanta voglia e tanta fame di fare gol, la squadra l’ha accolto bene, riesce a capire il suo modo di giocare e lui è cresciuto molto. Tello è un giocatore che ama stare sulla fascia, ha bisogno di giocare e ha bisogno di essere più regolare nelle giocate e nelle prestazioni“. Nessuna polemica per la gestione dei cartellini: “quando finisce la partita finisce tutto. Cerco di dare tutto per la squadra, io sento molto la partita ma dopo il triplice fischio finisce tutto. Siamo consapevoli delle nostre capacità – prosegue Paulo Sousa – abbiamo perso un po’ di fiducia e di convinzione che avevamo all’inizio della stagione.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Non siamo riusciti a essere concreti come nel girone d’andata ma se andiamo ad analizzare tutte le gare pochissime volte siamo andati in grande difficoltà. Il mio futuro? Ho già parlato troppe volte su questo – conclude Sousa – sicuramente alla fine della prossima settimana incontrerò la società”. (ITALPRESS).