Mercoledi 7 Dicembre

F1, retroscena Vettel: ecco cos’ha detto a Chris Horner al muretto Red Bull

LaPresse/Photo4

Dopo l’incidente che lo ha messo fuori causa, Sebastian Vettel si è diretto al muretto Red Bull per parlare con Chris Horner

Ira, rabbia, frustrazione e amarezza. Lo stato d’animo di Sebastian Vettel dopo il tamponamento subito da Daniil Kvyat è un concentrato di questi stati d’animo, propri di un pilota scippato della propria gara. Scintille e attriti che non accennano a diminuire tra il tedesco e il russo, tornati protagonisti di uno spiacevole episodio dopo il battibecco avvenuto durante il Gp di Shanghai, dove alla partenza, Kvyat indusse Vettel a speronare Raikkonen.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Subito dopo essere tornato ai box dopo il tamponamento di oggi, Vettel si è diretto al muretto Red Bull, confabulando con Chris Horner. A distanza di qualche ora, il team principal della scuderia austriaca ha svelato il contenuto del colloquio avuto con il pilota tedesco: “Seb è venuto a discutere al muretto, era chiaramente piuttosto arrabbiato e dispiaciuto per l’episodio, mi ha detto che avrebbe avuto piacere che parlassi con Kvyat a fine gara, cosa che ovviamente farò. Penso che Daniil sappia bene cosa sia successo alla prima curva, con il suo errore ha messo fuori gioco sè stesso, Seb e anche il suo compagno di squadra. Ricciardo è stato costretto a proseguire con una vettura molto danneggiata e non abbiamo preso punti, questa cosa è molto negativa per la squadra“.