Lunedi 5 Dicembre

F1, l’indiscrezione shock che arriva dall’America: Michael Schumacher è in fin di vita

LaPresse/PA

Secondo quanto riferito dal quotidiano americano NewsEveryDay, che cita una fonte anonima ma attendibile, la vita di Michael Schumacher sarebbe appesa ad un filo

Una battaglia per la sopravvivenza che si fa sempre più dura e sofferta, una vita ormai appesa ad un filo, squarciata dal quel terribile 29 dicembre 2013 che rimarrà sempre impresso nella mente di molti. Michael Schumacher continua a lottare per la propria vita, nonostante le sue condizioni fisiche continuino a peggiorare visibilmente.
Lapresse / Epress

Lapresse / Epress

Le ultime notizie sul sette volte campione del mondo di Formula 1 continuano a non essere buone, anzi il quotidiano americano NewsEveryDay, che cita una fonte anonima ma attendibile (un neochirurgo informato sulla salute di Schumacher) rende noto che la vita del tedesco sarebbe davvero appesa ad un filo. Indiscrezioni che cozzano con quanto fatto trapelare dalla famiglia del pilota, secondo cui il processo riabilitativo procederebbe senza intoppi. Nonostante tutto questo, è noto che il peso corporeo si sia abbassato da 75 a 45 kg, con effetti disastrosi sulla muscolatura di Schumacher che, secondo quanto riferito dal dottor Jean-François Payen, avrebbe avuto bisogno di tre anni di convalescenza prima di tornare alla propria vita. Un periodo lunghissimo che, finora, tra cure e consulti medici sarebbe costato alla famiglia del tedesco ben 16 milioni di euro, secondo quanto stimato dal quotidiano Christian Today.