Venerdi 9 Dicembre

Estate a bordo di Nave Italia, l’iniziativa della Marina Militare e Yacht Club Italiano

La Fondazione Tender To Nave Italia Onlus ha aperto ufficialmente il bando di selezione per i progetti educativi per per persone con disagi o disabilità: un’esperienza unica e stimolante a bordo del brigantino Nave Italia 

Nave Italia è un brigantino di 61 metri che la Fondazione Tender To Nave Italia Onlus (costituita dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano) mette a disposizione per la realizzare progetti educativi e riabilitativi destinati alle persone rese fragili da disagio o disabilità.
Il mare, la vela, la navigazione, le regole e la vita di bordo sono infatti un potente e prezioso strumento di intervento nel sociale. Non si tratta solo di gioco e divertimento, sfidare il mare è una grande avventura. Nave Italia è a disposizione di tutti gli enti non profit, le scuole, gli ospedali che
desiderino creare un progetto strutturato o realizzare un’esperienza a bordo del brigantino per i propri beneficiari. Ogni anno attraverso un bando vengono selezionate le migliori proposte. Da oggi sono aperte le preselezioni per il 2017 ed è possibile partecipare presentando la propria idea progettuale: se valutata positivamente si accederà alle selezioni finali.

Ecco le modalità e le scadenze per partecipare:
• Preselezioni entro il 15 Luglio 2016: è possibile presentare il proprio progetto, basta leggere il regolamento e compilare il formulario su www.naveitalia.org
• Selezioni finali entro il 15 Novembre 2016: l’ammissione definitiva avverrà a seguito di una successiva fase di selezione, previa presentazione dell’Application form. Per ulteriori informazioni contattare: progetti@naveitalia.org

La Fondazione interviene in tre aree: disabilità, salute mentale, disagio sociale o familiare. Questi i numeri di Nave Italia dall’inizio della sua attività nel 2007:
3901 Beneficiari imbarcati
1297 Passeggeri con disabilità fisica
1081 Professionisti e volontari
929 Passeggeri con disabilità sociali
639 Famiglie coinvolte
265 Passeggeri con disabilità cognitiva
192 Progetti realizzati
125 Passeggeri in speciali progetti di formazione
13 Regioni italiane partecipanti