Venerdi 9 Dicembre

Dal ring al Senato: Manny Pacquiao, campione mondiale di boxe si dà alla politica [FOTO]

LaPresse

Dal ring alla politica:  il campione mondiale filippino di boxe, Manny Pacquiao, è pronto  ad iniziare un’ altra dura battaglia

Lo aveva già annunciato lo scorso ottobre, Pac Man, come viene soprannominato Manny Pacquiao nelle Filippine, la volontà di volersi candidare al Senato nelle prossime elezioni  del 9 maggio 2016: “sono pronto per ritirarmi, ho boxato per 20 anni ed ora voglio servire il mio Paese“.   “Me lo ha consigliato Dio” dichiarò in una conferenza stampa lo scorso ottobre.

LaPresse

LaPresse

Adesso ci siamo, manca davvero poco: lunedì 9 Maggio si saprà il destino di Manny nella sua nuova vita politica. Molti lamentano un vantaggio mediatico del filippino e soprattutto per questo motivo si era  chiesto l’annullamento di uno dei suoi incontri imminenti sul ring contro Timoty Bradley previsto per il 9 Aprile scorso, perchè la sua presenza sul ring avrebbe potuto violare la par condicio politica.  Per Pacquiao è arrivato il momento d’iniziare una nuova battaglia , forse più dura, ma fiducioso dell’ottima influenza di cui già gode nel suo paese per via dei successi sportivi.

 

File photo dated 23-01-2015 of Manny Pacquiao. PRESS ASSOCIATION Photo. Issue date: Tuesday February 16, 2016. Manny Pacquiao has sparked controversy by calling homosexuals "worse than animals" in a television interview. See PA story BOXING Pacquiao. Photo credit should read John Stillwell/PA Wire

LaPresse

E’ trascorso esattamente quasi  un anno ma  molti appassionati di boxe lo ricordano  ancora nella suggestiva cornice di Las Vegas, in quello che è stato definito   il match del secolo, contro a  Floyd Mayweather, svoltosi il 2 Maggio 2015. L’incontro, trasmesso in pay-per-view ha battuto ogni record di incassi legato al mondo della boxe, con un guadagno complessivo di circa 500 milioni di dollari ed ha visto la sconfitta del campione filippino. Nonostante la sconfitta recente, Pacquiao ha avuto una carriera brillante, collezionando 57 vittorie di cui 38 con un KO ed è stato lo sportivo più pagato al mondo con un guadagno annuo di 32 milioni di dollari nel 2011, mentre nel 2015 con 160 milioni di dollari.

Oltre al pugilato, Pacquiao è attivo anche in politica, televisione, musica e business ed anche nel basket, sua grande passione. Nel 2010 è stato eletto nel Congresso filippino, come rappresentante  della provincia di Sangani. Nel 2013 è stato rieletto per un ulteriore mandato.

Tra i candidati politici che affronterà per la carica di senatore c’è anche il figlio dell’ex dittatore Marcos. Ci sarà un knock-out anche questa volta o assisteremo ad un match a più riprese?