Mercoledi 7 Dicembre

Ciclismo-Speciale Giro d’Italia: si sfidano i signori delle volate, che duello tra Kittel e Cancellara

LaPresse/EFE/Javier Lizon

In vista della 99esima edizione del Giro d’Italia, ecco una panoramica sugli specialisti delle volate: da Kittel a Cancellara, ecco tutti i protagonisti

Solo 48 ore e, finalmente, partirà la 99esima edizione del Giro d’Italia che si preannuncia entusiasmante e ricca di colpi di scena. La cronometro di Apeldoorne che alza il sipario su questa prestigiosa manifestazione, consegnerà la prima maglia rosa del 2016, vero e proprio sogno nel cassetto di tutti i partecipanti.

marcel kittel Tuttavia, non tutti puntano ad indossare quel prestigioso indumento, il Giro infatti offre spazio anche ai signori delle volate, concentrati sulla conquista della maglia rossa. Favorito d’obbligo della categoria è senza dubbio Marcel Kittel, capace di vincere otto tappe al Tour de France, una alla Vuelta a Espana e due al Giro d’Italia: Un vero e proprio re dello sprint. Ovvio allora che, quando ci saranno lunghi rettilinei prima del traguardo, sarà la sua sagoma ad essere presa come punto di riferimento anche per i velocisti azzurri più quotati del momento come Elia Viviani, Sacha Modolo e Giacomo Nizzolo. Un altro profilo da tenere d’occhio è quello di Andrè Greipel, destinato a dar lezioni nel ‘colpo di reni’ e a non far rimpiangere l’assenza di Dagenbolk, che si sta lentamente riprendendo dopo essere stato investito in Spagna durante il camp con la Giant. Quest’anno vanta due successi ‘minori’ ma si farà trovare preparato quando ci sarà da fare sul serio.

Maxppp/LaPresse

Maxppp/LaPresse

Un capitolo a parte merita, infine, Fabian Cancellara. Alla sua ultima stagione tra i protagonisti, il 35enne svizzero vuole lasciare un ultimo ‘segno’ della sua classe superiore alla sua terza partecipazione al Giro. ‘Spartacus‘, olimpionico a Pechino 2008 e quattro volte iridato nella specialità, è tra i più seri indiziati a vestire la prima maglia rosa. Senza contare che i 40 Km contro il tempo della nona tappa, sui percorsi del Chianti Classico, sembra un abito disegnato a misura per le sue qualità aerodinamiche.