Lunedi 5 Dicembre

Champions League, trionfo Real Madrid: Cristiano regala la undecima gioia

Football Soccer - Real Madrid v Atletico Madrid - UEFA Champions League Final - San Siro Stadium, Milan, Italy - 28/5/16 Real Madrid's Cristiano Ronaldo celebrates with the trophy after winning the UEFA Champions League. REUTERS/Tony Gentile LaPresse/Reuters

Juanfran sbaglia, Cristiano Ronaldo no: ai calci di rigore, il Real Madrid vince la Champions League contro l’Atletico. Per i Blancos è la ‘uncedima’ gioia

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Così come a Lisbona, ma stavolta dopo i calci di rigore. Il Real Madrid mette in bacheca al ‘Meazza’ di Molano la ‘undecima’ Champions League battendo in finale, solo dal dischetto, i rivali dell’Atletico: decisivo, dagli undici metri, il tiro di Cristiano Ronaldo, dopo l’errore di Juanfran. I tempi regolamentari e supplementari erano finiti sull’1-1. Zidane, che sente sul collo il ‘fiato’ di Emery, non ha a disposizione l’infortunato Varane, costretto a saltare anche gli Europei. A centrocampo, l’ex juventino si affida a Casemiro, in attacco schiera il tridente d’oro composto da Bale, Benzema e Cristiano Ronaldo, dato non al meglio.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Simeone affida una maglia da titolare in difesa all’ex viola Savic e consegna le chiavi della fase offensiva al tandem Torres-Griezmann. Il match è come te lo aspetti: Real a testa (quasi) bassa, Atletico chiuso e pronto a ripartire. La prima chance è per il Blancos ed arriva al 6′: Benzema devia sotto porta una punizione di Bale, Oblak dice di no con l’istinto. Al 15′, il Real è già in vantaggio: Bale prolunga di testa un piazzato di Kroos, capitan Sergio Ramos è appostato sulla linea e in posizione di probabile off-side infila l’1-0. E’ in pratica l’unica, vera azione da rete di tutto il primo tempo, che vede l’Atletico passare un periodo di ‘depressione’ prima di rianimarsi. I colchoneros approcciano sicuramente meglio la ripresa e al 2′ Clattenburg assegna loro un rigore per un fallo da principiante di Pepe su Torres.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Griezmann va alla battuta ma colpisce la traversa. L’Atletico non demorde e al 9′ si divora il pari sotto porta con Savic. Al 14′ Saul si fa pericoloso con un sinistro, il Real subisce gli avversari e fatica ad uscire. Al 25′ Modric invita alla sgroppata Benzema, che però spara sulla sagoma di Oblak. Anche Ronaldo, al 33′, ha la chance per chiudere i giochi e un minuto dopo ancora il fuoriclasse portoghese si ‘mangia’ il 2-0, con Bale che si vede respingere la conclusione sulla linea. E così, al 34′, arriva puntiale il pari dell’Atletico: Juanfran mette dentro dalla destra, Carrasco ringrazia e sigla la rete dell’1-1. Inevitabili i supplementari: nel primo Ronaldo e Carrasco sono i più attivi, nel secondo i Blancos ci provano ancora ma c’è’ l’appendice dei rigori. Dove sbaglia Juanfran e Ronaldo, non certo al top, sigla il penalty che manda il Real in orbita e che fa piangere ancora l’Atletico. (ITALPRESS).