Venerdi 9 Dicembre

Cessione Milan, il retroscena: Berlusconi, le elezioni e il governo cinese

LaPresse/Fabio Cimaglia

Cessione Milan che si arricchisce di un clamoroso colpo di scena: Berlusconi avrebbe già venduto il club ai cinesi, l’annuncio atteso dopo le prossime elezioni

LaPresse/Piero Cruciatti

LaPresse/Piero Cruciatti

Cessione Milan, il retroscena – Cessione Milan già conclusa o almeno questo è il clamoroso retroscena svelato da Fabio Ravezzani. Il noto giornalista, direttore di Telelombardia, attraverso il proprio profilo Twitter ha infatti svelato il futuro societario del club rossonero. “Silvio Berlusconi avrebbe già venduto il 70% del Milan, annuncio dopo le elezioni. Regista il governo cinese con sette imprenditori”, il clamoroso retroscena svelato da Ravezzani. Che proprio ieri sulla propria emittente ha intervistato in esclusiva il Presidente rossonero strappando allo stesso Berlusconi le prime ammissioni pubbliche sulla decisione (a quanto pare già presa) di cedere il Milan al consorzio orientale.

LaPresse/Fabio Cimaglia

LaPresse/Fabio Cimaglia

Cessione Milan, il retroscena – Se le indiscrezioni trovassero conferme, dunque, Il Milan non dovrebbe aspettare il 15 giugno – data in cui scadrà l’esclusiva – per iniziare a programmare il suo futuro, ma potrebbe iniziare a farlo fin da subito aspettando che il passaggio di consegne diventi ufficiale dopo il 5 giugno, data delle elezioni amministrative. Tempistica che assumerebbe sempre più un ruolo nevralgico nell’operazione e che permetterebbe di sciogliere nodi fondamentali come la scelta dell’allenatore (Emery il primo nome dei cinesi) e la programmazione della campagna acquisti. La svolta (cinese) si avvicina sempre più…