Venerdi 9 Dicembre

Cessione Milan, dopo l’esclusiva si passa ai fatti: ecco l’agenda della cordata cinese

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Cessione Milan che dopo l’esclusiva concessa al consorzio cinese entra nel vivo: ecco le prossime mosse dei nuovi potenziali proprietari rossoneri

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Cessione Milan, pronto il piano operativo – Cessione Milan che ieri ha vissuto una svolta davvero importante. Il tanto atteso ‘sì’ di Silvio Berlusconi al consorzio cinese per la trattativa esclusiva è finalmente arrivato, toccherà adesso al cordata facente capo a Pechino sciogliere gli ultimi dubbi del Cavalieri che non è ancora del tutto convinto di privarsi della maggioranza del Milan. “Questo è un importante passo importante verso la possibilità di chiudere l’accordo. Siamo ottimisti sul fatto che con Fininvest noi potremo completare l’affare in modo rapido”, le parole di ieri di Sal Galatioto, advisor dell’operazione.

Jonathan Moscrop

Jonathan Moscrop

Cessione Milan – Dalla parole ai fatti, perché i nuovi investitori hanno fretta di chiudere ed hanno già stabilito nel dettaglio tutte le prossime mosse: come riportato dal Corriere della Sera, da oggi il consorzio cinese avvierà l’analisi dei conti rossoneri per poi presentare entro il 15 giugno, data ultima dell’esclusiva, un’offerta da 750 milioni di euro complessivi (70% subito, restante 30% delle quote entro uno-due anni). Ma già a fine mese ci sarà un nuovo importante confronto con Fininvest per aggiornarsi sulla situazione. Resta inoltre da sciogliere il nodo legato al ruolo di Berlusconi (presidente onorario?), rendere noti tutti i componenti della cordata e altri dettagli gestionali (chi farà il prossimo mercato? Galliani ci sarà? Il ruolo di Barbara?) di non poco conto. Agenda stilata e cinesi già al lavoro, per il Milan la svolta si avviCina.